APPROVATA DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI LA LEGGE DI STABILITA' 2016

19/10/2015 11:04:18

Ecco una sintesi di alcuni dei punti più significativi della legge recentemente approvata.

1. Part time volontario per i lavoratori che dal 2016 a fine 2018 maturano i requisiti per la pensione sulla base della Legge Fornero. Chi opterà per il part time non subirà decurtazioni sull’assegno pensionistico.

2. Sulla quota di salario di produttività, di partecipazione agli utili dei lavoratori o di welfare aziendale derivante dalla contrattazione aziendale si applicherà l’aliquota ridotta del 10%. Il bonus avrà un tetto di 2.000 euro (estendibile a 2.500 se vengono contrattati anche istituti di partecipazione) e sarà utilizzabile per tutti i redditi fino a 50.000 euro.

3. Verranno abolite IMU e TASI sulla prima casa. I Comuni verranno compensati dallo Stato per la perdita del relativo gettito fiscale.

4. Saranno ridotti al 40% per 24 mesi i contributi relativi alle nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2016.

5. Sarà ampliato l'accesso al regime fiscale di vantaggio per professionisti e piccole imprese: aumentata di 15.000,00 euro la soglia relativa ai ricavi prevista l’accesso a tale regime da parte dei professionisti e di 10.000,00 euro per le altre categorie di imprese. Vengono inoltre previste ipotesi in cui anche i lavoratori dipendenti e i pensionati che svolgano un’attività in proprio potranno accedere al regime forfettario, a condizione che il loro reddito da lavoro dipendente o da pensione non superi i 30.000 euro.

6. Introdotte aliquote favorevoli per le nuove start up: dall’attuale 10% al 5% applicabile per 5 anni (anziché 3 anni).

7. Verrà aumentata dal 36% al 50% la detrazione sulle spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie, per l’acquisto dei mobili e di grandi elettrodomestici. Confermata al 65% la detrazione sulle spese per gli interventi di riqualificazione energetica degli immobili.

8. Il Canone Rai verrà ridotto dagli attuali 113,50 a 100 euro e si pagherà attraverso la bolletta elettrica della casa di abitazione.

9. Potranno essere effettuati pagamenti in contanti fino a 3.000 euro.

10 Vengono aumentati i fondi per la cooperazione internazionale, portati a 120 milioni nel 2016.

11. Aumento della “no tax area”, ossia la soglia di reddito entro la quale i pensionati non versano l’Irpef.

Per leggere il comunicato stampa pubblicato sul sito del Governo vai a questo link