EMERGENZA COVID-19: DECRETO LEGGE N. 18 DEL 17.03.2020 (DECRETO CURAITALIA)

09/04/2020 17:32:27

Il Consiglio dei MInistri n. 37 ha approvato il decreto c.d. CuraItalia, recante le nuove misure a sostegno di famiglie, lavoratori e imprese per contrastare gli effetti dell'emergenza coronavirus sull'economia. 

Si segnala, in particolare, l'art. 46 che, in materia di licenziamenti collettivi, ha previsto quanto segue: "A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto l’avvio delle procedure di cui agli articoli 4, 5 e 24, della legge 23 luglio 1991, n. 223 è precluso per 60 giorni e nel medesimo periodo sono sospese le procedure pendenti avviate successivamente alla data del 23 febbraio 2020." Per quanto riguarda i licenziamenti individuali, inoltre, la norma ha vietato a qualunque datore di lavoro di recedere dal contratto per giustificato motivo oggettivo fino alla scadenza del medesimo termine (60 giorni dal 17 marzo 2020). Con il decreto sono stati stanziati 500 milioni di euro per interventi a favore dell’Alitalia e di altre compagnie aeree con licenza italiana. 

Infine, l'art. 103 del provvedimento, ha disposto la validità di tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, sino al 15 giugno 2020 e la norma successiva la proroga sino al 31 agosto 2020 della validità dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del D.P.R. n. 445/2000, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del decreto stesso (esclusa la proroga della data di validità apposta sui medesimi documenti ai fini dell’espatrio). 

In proposito il 21.03.2020 il Ministero dell'Interno ha divulgato una circolare esplicativa, con la quale ha chiarito che, alla luce delle nuove disposizioni governative, il termine dei procedimenti amministrativi finalizzati al rilascio o al rinnovo dei titoli di soggiorno in atto alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data deve intendersi sospesa sino al 15 aprile 2020, con irrilevanza quindi del lasso di tempo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 aprile. La circolare ha inoltre precisato che i permessi di soggiorno in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020 conserveranno la loro validità fino al 15 giugno 2020 e che la domanda di rinnovo dovrà pertanto essere effettuata dopo tale data.

Scarica il Decreto Legge CuraItalia del 17.03.2020

Scarica la Circolare del Ministero dell'Interno del 21.03.2020