L'INAIL MOSTRA PROCCUPAZIONE PER L'AUMENTO DEGLI INFORTUNI MORTALI SUL POSTO DI LAVORO

01/12/2015 13:20:32

Secondo i dati riportati dall'INAIL in occasione dell'Assemblea Nazionale sull'Amianto, diminuiscono fino al 5% gli infortuni sul lavoro ma aumentano quelli con esito mortale. In particolare, in base alle stime dell'Istituto, tra gennaio e ottobre del 2015 si sono registrate 100 vittime in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, determinando un aumento del 16%. Si è infatti verificato il decesso del lavoratore in 729 casi di infortunio, contro i 628 casi del 2014.

In un comunicato stampa pubblicato oggi l'Istituto precisa tuttavia che tali dati andrebbero letti con prudenza dal momento che "le 988 denunce di eventi mortali (di cui 259 relative al tragitto casa/lavoro-lavoro/casa) pervenute all’Istituto nei primi dieci mesi del 2015 – 155 in più rispetto a quelle dello stesso periodo dello scorso anno – si riferiscono a casi oggetto di procedimenti istruttori ancora in corso".

Segnaliamo inoltre l'interessante Dossier appena pubblicato dall'INAIL sulle differenze di genere nel mondo del lavoro.

Vai a questo link per leggere il Dossier sulle differenze di genere