Per i clienti del nostro studio, un’area riservata per conoscere lo stato di avanzamento delle pratiche, le date delle udienze e gli adempimenti in corso.
23/10/2019 19:51:57
LA CASSAZIONE SI PRONUCIA IN MATERIA DI DIRITTO ALLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE FONDATO SULL'ORIENTAMENTO SESSUALE DEL RICHIEDENTE
Con ordinanza depositata in data 14 ottobre 2019 la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso promosso da un cittadino di nazionalità nigeriana, difeso dal nostro studio legale, che aveva presentato in Italia la domanda di riconoscimento della protezione internazionale in ragione della persecuzione subita nel suo Paese di origine a causa del suo orientamento sessuale.
05/07/2019 17:49:55
PUBBLICATO IL C.D. DECRETO SICUREZZA BIS
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n .138 del 14 giugno 2019 il decreto-legge n. 53, recante "Disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica".
17/12/2018 15:32:49
RICONOSCIUTO LO STATUS DI RIFUGIATO POLITICO AD UN CITTADINO PAKISTANO VITTIMA DI PERSECUZIONE RELIGIOSA
Con decreto del 09.12.2018, il Tribunale di Milano ha annullato il provvedimento di diniego della domanda di protezione internazionale emesso dalla Commissione Territoriale di Milano, riconoscendo il diritto del ricorrente, assistito e difeso dal nostro studio legale, allo status di rifugiato politico ai sensi degli artt. 7 e ss. D.Lgs. n. 251/2007 in quanto vittima di gravi atti persecutori da parte dell'organizzazione terroristica Lashkar-e-Jhangvi a causa della propria fede religiosa sciita.
09/11/2018 17:27:29
PUBBLICATA LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULL'ART. 3, COMMA 1, DEL C.D. JOBS ACT
È stata pubblicata la sentenza n. 194/2018 con cui la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima la disposizione del c.d. Jobs Act, che stabilisce il criterio di computo del risarcimento dovuto in ipotesi di licenziamento illegittimo.
28/09/2018 14:37:04
APPROVATO ALL'UNANIMITÀ DAL CDM IL C.D. DECRETO SICUREZZA
Il 24 settembre il c.d. Decreto Sicurezza è stato approvato all'unanimità dal Consiglio dei Ministri ed è ora al vaglio del Presidente della Repubblica.
28/09/2018 14:34:58
LA CORTE COSTITUZIONALE HA DICHIARATO ILLEGITTIMO IL C.D. JOBS ACT
Secondo il comunicato stampa che è stato recentemente pubblicato, la Corte Costituzionale ha dichiarato Illegittimo il criterio di determinazione dell'indennità di licenziamento di cui all’articolo 3, comma 1, del Decreto legislativo n. 23/2015 (relativo ai contratti di lavoro a tutele crescenti).